PREMIO 180 per giovani filmmaker

Sardegna teatro collabora con Moviementu - Rete Cinema Sardegna per il Premio 180 rivolto ai filmmaker esordienti

comunicato stampa 15 febbraio 2017

L’Associazione culturale Moviementu – Rete cinema Sardegna indice un concorso a premi per filmmaker esordienti del territorio.

Il giorno 15 febbraio è stato presentato in una conferenza aperta alla stampa il Premio Centottanta. Organizzato dall’Associazione culturale Moviementu - Rete Cinema Sardegna il premio ha l’intento di valorizzare e sostenere filmmaker esordienti dell’Isola che vogliono intraprendere il mestiere del cinema.

Il titolo Premio Centottanta deriva dalla lunghezza massima dei progetti ammessi al concorso, che non dovranno durare appunto oltre i cento ottanta secondi.

Tre minuti appena per aggiudicarsi i premi messi in palio da istituzioni e realtà del territorio che collaborano con Moviementu nel sostegno ai giovani talenti: due premi in denaro da 1000€ ciascuno (Premio Moviementu e Premio Cineteca Sarda); un workshop dedicato alla color correction Davinci offerto della Cineteca Sarda; una residenza artistica al Teatro Massimo offerto da Sardegna Teatro; la partecipazione alla Summer school di Filmidee al Camping Golfo dell’Asinara.

La partecipazione è gratuita e i termini delle domande sono fissati al 15 aprile 2017.

I progetti saranno esaminati e selezionati da una giuria di esperti composta da rappresentanti del mondo culturale isolano.
I 10 cortometraggi finalisti verranno proiettati in occasione della serata di premiazione al Cinema Odissea a Cagliari.

 

Organizzatori:

 

Moviementu – Rete Cinema Sardegna
 

Associazione, nata nel 2013, che riunisce i lavoratori del cinema e dell'audiovisivo in Sardegna, con l'obiettivo di creare un soggetto collettivo che promuova la collaborazione e il confronto tra gli operatori e influisca in modo propositivo sulle politiche di settore.
L’idea fondamentale della nostra associazione è che il cinema sia un’industria sostenibile: è un’industria culturale, che non avvelena, che non inquina, ma che produce storie. Racconta chi siamo fuori dall’isola, nel mondo, e soprattutto ha generato dei posti di lavoro, delle professionalità.
Dentro Moviementu agiscono tante anime: registi, sceneggiatori, maestranze, studiosi, operatori dell’associazionismo cinematografico, attori, un arcipelago enorme e vario di esperienze che in questi anni ha creato quel fenomeno culturale che è il cinema sardo.Un cinema che partendo dall’isola si è allargato fino a creare interesse presso i festival più importanti, attirando l’attenzione della critica nazionale e internazionale.
Moviementu esiste per un motivo preciso: difendere la legge sul cinema nata nel 2006.
All’epoca dell’approvazione della legge c’era solo uno sparuto gruppo di registi, il cui desiderio era quello di far riconoscere dalle istituzioni, in particolare dall’amministrazione regionale, che il cinema fosse un’opportunità.
Grazie alla legge cinema il settore ha ora finalmente un sostegno finanziario importante che ha permesso e permetterà nei prossimi anni la produzione di diversi film. Oggi sono tantissimi quelli che operano nel cinema in Sardegna: molti di questi si sono uniti e hanno creato l’associazione Moviementu. Stare uniti, credere nelle battaglie comuni, scambiarsi le esperienze, condividerle, immaginare insieme il futuro, sognarlo e viverlo: tutto questo è Moviementu. 150 iscritti che credono nel cinema e nella sua forza espressiva, una forza che viene dal singolare intreccio fra artisti, maestranze, artigiani e intellettuali di età diverse, da quelli più anziani e maturi ai giovanissimi talenti che si avvicinano a questo mestiere che è uno splendido mix di arte, di tecnica e di artigianato, con la speranza di chi vuole guardare al futuro con un po’ di sana follia.

 

Ufficio Giovani di Moviementu
Gruppo di lavoro interno all’associazione, costituitosi alla fine del 2016, che riunisce i membri più giovani dell'associazione (studenti e neo-professionisti) con l’intento di creare iniziative che favoriscano lo scambio di idee e di saperi tra chi è già professionista e chi aspira a diventarlo,
Non poteva bastare a noi di Moviementu – Rete Cinema Sardegna conoscere chi fa cinema oggi in Sardegna e riunire gli operatori che già lavorano nel settore. Sappiamo che ci sono forme e modi di fare cinema che nascono da esperienze diverse e che magari all’inizio hanno difficoltà ad emergere.
Volevamo essere un punto di riferimento anche per chi ha appena iniziato a compiere i primi passi. Ci siamo chiesti: chi sono oggi i giovani aspiranti filmmaker sardi? Che ne è di coloro che, dopo un percorso di studi nelle scuole di cinema italiane o estere, tornano nell’isola con l’idea di raccontare, attraverso le immagini, il mondo? È nato così, alla fine dello scorso anno, l’Ufficio Giovani, un gruppo di lavoro di ragazze e ragazzi che fanno parte dell’associazione e che si è assunto il compito di organizzare delle attività che possano avvicinare a Moviementu gli studenti di cinema, i nuovi filmmaker indipendenti, gli appassionati.
L’Ufficio Giovani è formato da un nucleo di base che si allarga e si restringe secondo le esigenze e gli impegni di lavoro.
Il primo progetto elaborato dal gruppo, quello del Premio Filmmaker, servirà a fare un primo sondaggio esplorativo e, ci auguriamo, a incoraggiare nuove visioni. 

Partner Cinema Odissea, Società Umanitaria – Cineteca Sarda, Sardegna Teatro, Filmidee (web magazine).

Sponsor Eja tv, i Ferrari - Risi di eccellenza di Oristano, Vini Cantina Contini.

 

Premio Moviementu                                            1.000 (mille/00) euro

Premio Cineteca Sarda                                       1.000  (mille/00) euro

Premio Cineteca Working                                  Workshop di Color Correction DaVinci

Premio Sardegna Teatro                                   Residenza artistica al Teatro Massimo

Premio Filmidee                                                Summer school di una settimana presso Camping Golfo dell’Asinara di Platamona (SS)

 

Scarica il doc completo

scheda d'iscrizione

vai al sito con approfondimenti

 

Share/Save