i Soci

del Teatro Stabile della Sardegna

Corrado Giannetti

 

Corrado Giannetti, attore e socio del Teatro di Sardegna. Nel 1998 decide di dedicarsi completamente al teatro dopo una laurea in lettere, alcuni anni d'insegnamento e una lunghissima attività come cantante nei locali notturni.
Le sue interpretazioni più recenti sono state contraddistinte dalla profonda collaborazione con il regista Guido De Monticelli, con cui lavora in Incendi di Wajdi Mouawad, andato in scena nell'ultima stagione, ne I fratelli Karamazov interpretando il ruolo di Ivàn, quello di Lynjàev nella commedia di Ostrovskij Lupi e pecore ed è Bustianu in Sangue dal cielo tratto dall'omonimo romanzo di Marcello Fois. Sempre con De Monticelli recita anche in Incendi, Storie a mare!, Mondo di carta e Il canto dell'isola bambina.
Interpreta inoltre il ruolo di Epichodov ne Il giardino dei ciliegi di Paolo Magelli e quello di Yang Sun ne L'anima buona del Sezuan per la regia di Enzo Vetrano e Stefano Randisi. Sempre nelle produzioni del Teatro di Sardegna recita in diversi spettacoli con la regia di Orlando Forioso: L'asino d'oro di Apuleio, Il borghese gentiluomo di Molière, La barraca di Federico Garcìa Lorca e Nina o il paese del vento tratto dal romanzo di Grazia Deledda.
Con la regia di Francesco Brandi lavora ne Maratona di New York, di Edoardo Erba, ne Il campiello di Goldoni, in Sogno di una notte di mezza estate nel ruolo di Bottom. È Perelà in Perelà di Aldo Palazzeschi con la regia di Angelo Savelli.
Recita e canta nello spettacolo La luna lo sa di Cerami-Piovani diretto dal regista Marco Parodi ed è protagonista de L'uomo dal fiore in bocca di Luigi Pirandello con la regia dell'indimenticabile Marco Gagliardo.

 

Share/Save